10 Febbraio 2022 – Giorno del Ricordo

Tempo di lettura:

5 minuti

 

10 Febbraio 2022 – Borgio Verezzi – PER NON DIMENTICARE …
Pochi giorni fa, il 27 Gennaio, abbiamo celebrato la Giornata della Memoria, in ricordo di tutte le vittime della Shoah.
Oggi 10 Febbraio 2022 celebriamo il Giorno del Ricordo, in memoria della tragedia delle foibe e del dramma degli esuli giuliano-dalmati. Ricordare ha un senso e lo avrà sempre di più, se il sacrificio delle vittime avrà un’eco storica di fioritura del bene, se guardando questi fatti e l’inerzia di tanti che li hanno consentiti senza fiatare, ci ricorderemo in che cosa crediamo davvero.

RICORDIAMO ai nostri figli…
e andiamo oltre il passato, guardando anche il presente.
Quanti conflitti armati ci sono ancora nel mondo, a 76 anni dalla fine della Seconda Guerra Mondiale in Europa? Decine di conflitti armati continuano a mietere vittime…

AFGHANISTAN – Solo nel 2020-21 le vittime sono state più di 50mila. Il 15 agosto i talebani sono rientrati in forze a Kabul.

CONGO R.D. – Una “Guerra Mondiale Africana”, che vede combattersi eserciti regolari di ben sei Paesi per una ragione molto semplice: il controllo dei ricchi giacimenti di diamanti, oro e coltan del Congo orientale. Almeno 350mila le vittime dirette di questo conflitto.

YEMEN – Attualmente il Paese più povero del mondo, le vittime solo nell’ultimo anno sono state 21.768.

ISRAELE- PALESTINA – Un lungo conflitto… Dopo oltre mezzo secolo di guerre, di patti storici e di speranze di pace andate in fumo, il sogno di “due popoli due Stati” resta purtroppo ancora un’utopia.

LIBIA – Nel 2014 è scoppiata una seconda guerra civile tra due coalizioni. I morti sono più di tremila.

KURDISTAN – È più di mezzo secolo che i Kurdi distribuiti tra Turchia, Iraq e Iran auspicano la nascita di uno stato kurdo.

NIGERIA – Negli ultimi anni le violenze più grandi provengono dal gruppo terroristico Boko Haram. Sono state più di 5.000 le vittime solo nell’ultimo anno.

SIRIA – Dal 2011 la Siria è dilaniata da una guerra civile. Secondo alcune stime, i morti finora sarebbero più di 300.000. Nell’ultimo anno in questa regione sono morte più di 13.500 persone.

SOMALIA – Tra il 2019 e il 2020 sono morte più di 3.700 persone.

SUDAN – La guerra civile in Sudan è in corso ormai da 20 anni. Attualmente nel Darfur muoiono circa 10.000 persone al mese.

UGANDA – Una guerra civile che prosegue da più di 20 anni e che ha provocato una grave crisi economica.

UCRAINA – Dal 2014 la situazione ucraina è complicata, a causa di una rivoluzione violenta che vede contrapposti alcuni gruppi separatisti al governo. Ad oggi sono morte 13.000 persone.

… e molti altri conflitti, magari meno noti ma comunque presenti, che seminano odio e morte e tolgono libertà e diritti a bambini, donne e uomini in tutto il mondo.

Come Amministratori del Comune di Borgio Verezzi ci siamo sentiti interpellati e ci siamo chiesti che cosa sta succedendo oggi, in un momento in cui dovremmo sentirci vicini come non mai, uguali come non mai.
E allora pensiamo che dovremmo, a poca distanza dalla Giornata della Memoria e nel Giorno del Ricordo, cogliere l’occasione per ricordare a noi stessi che siamo tutti figlie e figli della stessa “Famiglia Umana”. Senza distinzioni razziali, con quella tensione educativa che ciascuno di noi dovrebbe mettere al servizio di un mondo di fratellanza.
Perché di questo abbiamo soprattutto bisogno: fratellanza.

Il Comune di Borgio Verezzi vuole ricordare, in occasione della giornata commemorativa del 10 febbraio, non solo la tragedia delle Foibe e il dramma degli esuli giuliano-dalmati, ma anche le tante tragedie che continuano ad accadere oggi, e che potranno accadere domani, dopodomani…

Torniamo a manifestare una ferma condanna della guerra e di tutti questi crimini contro l’umanità.

“I MORTI NON HANNO COLORE, E HANNO UN SOLO DIO”

L’Amministrazione Comunale di Borgio Verezzi

Filtri